Compresse – echinacea – Nonna Ortica

 20.00

60 compresse

Descrizione

60 compresse da 300 mg. di cui 150 mg. estratto secco ad alto titolo.

Titolo : Echinacoside 4,67

Azione fisiologica: gli effetti fisiologici e farmacologici dell’Echinacea sono stati appronditamente studiati da molte decine di anni; si era osservato che molte tribù Indiane d’America facevano un largo uso di questa pianta (della quale esistono anche molte belle varietà ornamentali), soprattutto come cicatrizzante ed antiinfetivo nelle ferite recenti e nelle ferite e piaghe infette, purulente e cronicizzate. Questo ultimo uso attrasse imediatamente l’attenzione di molti ricercatori, che videro in questa pianta immense potenzialità di utilizzo.

La droga, costituita dalle radici sia della Echinacea angustifolia che della Echinacea purpurea, contiene vari gruppi di principi attivi (Echinacoside, glucoside il cui aglicone è formato da derivati dell’acido caffeico, polisaccaridi eteroglicanici, isobutila midi, poliacetileni, inulina, fitosteroli, flavonoidi, terpenoidi e modeste quantità di un olio essenziale contenente umulene e cariofillene ed una moltitudine di componenti minori); in pratica la sua azione antisettica è netta, rapida e potente, poiché, grazie ad essa, entrano in gioco molti fattori, tra i quali una stimolazione aspecifica del sistema immunitario, attivando la fagocitosi e l’attività dei fibroblasti. Inoltre il fattore che in molti casi è determinante ed è specificamente legato alla echinacina, è quello della inibizione delle ialuronidasi tissutali e batteriche. In parole povere, possiamo dire che nei tessuti infetti molti ceppi batterici possono prendere piede ed estendere la loro presenza secernendo questi enzimi capaci di ledere la struttura stessa del connettivo – e che è formata da polimeri proteici, come il collagene, e da polimeri glicosaminoglicanici, come quelli dell’acido ialuronico – e potere così invadere senza ostacoli bio-meccanici organi e tessuti.

Da non sottovalutare, inoltre, la energica azione anti-infiammatoria degli estratti totali della droga, che possiamo definire come “cortiso-simile”, presentante cioè una certa affinità con quella attribuibile al cortisone ed analoghi farmacologici;

solo che i cortisonici possiedono anche una intensa azione immunosoppressiva, che manca (anzi, avviene esattamente il contrario!) nell’Echinacea.

Viene pertanto consigliata per combattere stati influenzali, malattie da raffreddamento e le loro complicanze batteriche. E’ attiva inoltre in tutti i tipi di infezioni a carico di tutti gli organi, in particolare quelle delle vie respiratorie, urinarie ed intestinali (bronchiti, cistiti, cisto-pieliti, uretriti, dismicrobismi intestinali, etc.). Tutti i fatti settici ed infiammatori rispondono (pur in misura diversa, a seconda dei soggetti) rispondono alla adeguata somministrazione dei derivati di questa droga.

Ad essa è attribuita (ed anche questo è un fenomeno osservabile su molti soggetti in misura diversa: su alcuni più accentuata su altri meno) una discreta azione afrodisiaca, che probabilmente è connessa con l’ottimizzazione delle funzioni immunitarie;

è difatti nota la relazione (della quale però sono poco note le cause) intercorrente tra attività immunitaria ed attività sessuale.

Molto interessante invece l’uso cosmetico, sia dal’esterno (l’azione cicatrizzante si esplica anche a livello di rughe smagliature, ridotto tono connettivale) sia – soprattutto – dal’interno, dato che, come abbiamo rilevato pocanzi, l’azione antiialuronidasica si esplica con un miglioramento della “sodezza” dei tessuti; inoltre l’Echinacea è da porsi tra quelle piante che, assunte anche per via interna, provocano un incremento della produzione dei glicosaminoglicani (e quindi delle strutture

“portanti” del connettivo dermico, come l’Equiseto, l’Iperico, la Centella.

Associazioni – come attivatore immunitario ed anti-infettivo: soluzione idrolacolica e compresse di Iperico, compresse di Uncaria tomentosa, olio essenziale di Limone, i gemmoderivati di Rosa canina, Vitis vinifera.

Come afrodisiaco ed antidepressivo, con soluzione idrolacolica di Herotopolis, Iperico, Iperico compresse ed i gemmoderivati di Ribes nigrum, Rubus idaeus, Quercus peduncolata, Betula Pubescens, Sequoia gigantea.

Come rassodante dei tessuti: compresse di Equiseto, di Centella, di Iperico.

Come riducente l’aspetto infiammatorio nella sindrome cellulitica: compresse di Centella, di Ananas, soluzione idroalcolica e gemmoderivato di Ippocastano.

Come antiinfiammatorio nelle sindromi osteo-articolari: compresse di Artiglio del Diavolo, di Ananas, di Equiseto (

Modalità d’uso : 1 compressa al mattino digiuno e 1 compressa prima di pranzo.


Vi ricordiamo che l’Erboristeria Erbainfusa è il rivenditore esclusivo per Como del marchio Nonna Ortica, sia in Bottega che a domicilio qui sul nostro Shop Online.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.